fbpx
7 offerte da promuovere con Facebook Ads senza bruciare soldi

7 offerte da promuovere con Facebook Ads senza bruciare soldi

Anche se creare una campagna pubblicitaria su Facebook richiede pochi semplici passi, promuovere un e-commerce senza sprecare budget non è sempre facile.

Sbagliare approccio nella creazione della strategia per una campagna di Facebook Ads è un errore che viene commesso molto spesso dalla maggior parte dei proprietari di e-commerce che provano a fare le prime inserzioni da soli o si affidano a freelancer senza esperienza.

È capitato anche a me più di una volta di sbagliare una campagna per un cliente e di bruciare soldi su inserzioni che non convertono. All’inizio fa parte del gioco, bisogna testare il pubblico, il copy, le creatività, l’offerta…

Ci sono tanti elementi da prendere in considerazione se vuoi creare una campagna di successo per il tuo e-commerce.

Allora da dove si comincia?

Se vuoi promuovere un e-commerce con Facebook Ads senza bruciare soldi, devi assolutamente preparare una strategia efficace. 

E devi farlo subito, perché se inizi a lavorare su una campagna e ti accorgi che non è impostata come si deve, avrai già fatto fuori del budget che inevitabilmente non ti porterà alcun risultato. 

Le persone spesso iniziano a cercare le strategie per promuovere un e-commerce con Facebook Ads solo quando si rendono conto che facendo tutto da soli non ottengono i risultati desiderati. Ma partire col piede sbagliato può essere un grave errore per i tuoi investimenti e per il tuo store.

Quindi quello che farò in questo articolo sarà provare a fornirti alcune offerte che puoi preparare per fare pubblicità al tuo e-commerce in maniera efficace, senza bruciare soldi e investimenti.

Prima di condividere con te le sette strategie che puoi utilizzare per trovare nuovi clienti e vendere di più, vorrei fare il punto su quelle che sono le principali campagne che non portano alcun risultato quando si promuove un e-commerce.

Questi sono i più grandi errori commessi da chi vuole promuoversi da solo, o da chi si rivolge a freelancer e alle agenzie sbagliate.

Vediamo subito quali sono le campagne di Facebook Ads che un e-commerce deve assolutamente evitare

  • Campagna di Brand Awareness per “aumentare” la notorietà del brand e dell’e-commerce;
  • Campagne di Engagement, per intrattenere gli utenti e mostrarsi simpatici e divertenti agli occhi dei lettori;
  • Campagne Virali, per cercare di avere il maggior numero possibile di like, visualizzazioni, condivisioni ecc.

Queste sono le tre principali campagne che bruciano soldi senza portare alcun risultato.

Ma perché ti sto parlando di quali sono le campagne da evitare? In realtà tantissimi e-commerce ottengono risultati positivi con Facebook Ads, quindi non stiamo parlando di qualcosa di impossibile o di irraggiungibile.

Lascia che mi spieghi meglio: se tu in questo momento, non riesci a vendere con Facebook Ads, devi capire cosa c’è che non sta funzionando. 

Se hai già bruciato del budget con delle campagne che non hanno funzionato, non voglio farti sentire male o accusarti. Quando ho iniziato anche io commettevo errori.

La verità è che non è colpa tua, semplicemente se non riesci ad ottenere un ritorno sull’investimento positivo in questo momento, significa che ti mancano alcuni pezzi del puzzle, così come mancavano a me quando ho iniziato.

Ma non preoccuparti, perché tra poco vedremo le informazioni che avrei voluto conoscere io quando sono partito da zero. E tu partirai avvantaggiato.

Promuovere un e-commerce con Facebook Ads può essere più o meno produttivo, e ci sono diverse strategie che possono aiutarti ad ottenere risultati più che positivi. E’ arrivato il momento di analizzarle una per una, ma prima di iniziare facciamo una premessa.

E’ davvero facile promuovere un e-commerce con Facebook Ads?

Acquisire nuovi clienti per un e-commerce utilizzando Facebook Ads è una delle strategie più diffuse e più efficaci che ci sono a disposizione.

Tuttavia, questo non è sufficiente per garantire risultati profittevoli.

Promuovere un e-commerce con Facebook Ads può essere facile o difficile, dipende sempre dalla singola situazione che si analizza.

Provo a farti un altro esempio per spiegarmi meglio: segnare un calcio di rigore è facile o difficile?

Ovviamente dipende dalla tua situazione. Se non hai mai giocato a calcio, sei sempre stato negato, e l’unica volta che hai provato a tirare calci ad un pallone hai rotto finestre o l’hai tirato in curva, allora segnare un calcio di rigore per te sarà difficilissimo. Se invece sei un calciatore professionista, ti alleni ogni giorno, e hai già qualche anno di esperienza, allora avrai molte più probabilità di fare goal.

Ma cosa voglio dirti con questo esempio?

Imparare a fare Facebook Ads per promuovere un e-commerce è una vera e propria competenza, per questo ottenere risultati è più o meno facile a seconda delle tue conoscenze, della tua esperienza, e del tuo grado di preparazione. 

Ovviamente ci sarà chi riesce ad ottenere risultati più velocemente, e chi invece ha bisogno di più tempo e di fare più pratica. Ci sono tanti altri fattori da prendere in considerazione come il settore in cui si opera, la concorrenza, il funnel di marketing, la struttura delll’e-commerce e così via. 

E anche se è la prima volta che ti avvicini al mondo delle Facebook Ads e ti sembra tutto difficile, non c’è motivo per disperarsi. Anche se non sai come fare, puoi ottenere lo stesso risultati positivi se inizi a lavorare e a studiare seriamente. 

Allo stesso tempo però devi prendere con le pinze tutte quelle agenzie e quei freelancer che ti dicono che vendere con Facebook Ads è facilissimo.

Fai attenzione: se lo fanno è soltanto perché stanno cercando nuovi clienti a cui fregare qualche centinaio di euro. Promuovere correttamente un e-commerce con Facebook Ads per vendere dei prodotti e acquisire nuovi clienti è un problema che riguarda molti imprenditori. 

Per questo sono nate sempre più agenzie di marketing che provano a sfruttare questo boom di richieste offrendoti la soluzione “perfetta”, anche se non hanno idea di dove mettere le mani. 

Il problema è che ogni e-commerce rappresenta un caso unico e personale.

E va effettuato un profondo lavoro di analisi prima di poter lavorare ad una strategia.

Devi diffidare di tutte le agenzie che ti propongono il loro metodo esclusivo senza neanche sapere cosa vendi, quanto fatturi, quali sono i tuoi margini, ad esempio. 

Promuovere un e-commerce è un lavoro strategico, che richiede impegno, test, fallimenti, e ottimizzazione. Per questo non esiste la formula magica da applicare che ti porterà clienti e vendite dall’oggi al domani.

Esistono però alcune strategie molto efficaci, che puoi testare e mettere in pratica per il tuo e-commerce. Sono strategie che utilizzano i migliori negozi online e che possono aiutare anche te e la tua attività.

Il mio consiglio, come sempre, è quello di provare in prima persona i consigli che leggerai in questo articolo. Soltanto in questo modo potrai scoprire la strategia che più si adatta al tuo caso specifico e riuscire ad ottenere i risultati che desideri.

Tutte le strategie che troverai sono complementari. Questo significa che non si escludono a vicenda e non devi sceglierne una piuttosto che un’altra, ma anzi, testandole potrai scoprire quali funzionano meglio e combinarle insieme per creare la tua personale strategia di successo.

Dopo più di sette anni trascorsi tra ricerche, test, successi e anche esperienze negative vissute in prima persona,  sono giunto alla conclusione che un e-commerce profittevole, soprattutto per chi si affaccia per la prima volta a questo mondo e tenta di lanciare le sue prime ads, dovrebbe sfruttare queste semplici campagne.

Ah, prima di iniziare, ci tengo a dirti che non ho inventato niente. 

Non troverai nessuna “nuova tecnica rivoluzionaria che trasformerà il tuo e-commerce in una macchina da soldi a 7 zeri”, nessun nuovo metodo rivelato da qualche finto guru o qualche formula magica mai rivelata prima…No, non troverai nulla di tutto ciò.

Quello che stai per leggere è semplicemente il frutto della mia esperienza, di tanti libri e corsi studiati negli ultimi anni e di qualche migliaio di budget investito in pubblicità.

Ora ci siamo…

Ecco le 7 strategie di Facebook Ads per promuovere un e-commerce con successo

Lanciare un nuovo prodotto 

Questo tipo di campagna serve a comunicare il lancio del tuo ultimo prodotto o servizio iniziando a generare curiosità. 

Facebook è un ottimo modo per iniziare a raccogliere leads potenzialmente interessati, ma soprattutto può essere sfruttato in fase di lancio per ricevere i primi feedback e le prime opinioni degli early adopters.

Per avere successo, devi pianificare i tuoi contenuti, scrivere i tuoi post e fare buon uso degli strumenti che Facebook ha da offrire.

  • Puoi promuovere il tuo nuovo prodotto ai tuoi clienti;
  • Puoi offrire un prezzo esclusivo valido soltanto durante la fase di lancio;
  • Puoi decidere di intercettare un pubblico più ampio per acquisire nuovi clienti.

In questo caso però, tieni bene a mente che devi preparare una campagna multi-step: non basta infatti esporre gli utenti ad un solo messaggio, ma avrai bisogno di una frequenza maggiore, e quindi di comunicare messaggi e creatività differenti.

Svuotare il magazzino

Se hai dei prodotti invenduti e desideri liberartene, puoi creare una campagna con un’offerta particolare e iniziare a svuotare il magazzino.

Questa campagna svolge la stessa funzione dei saldi in negozio. Ti da la possibilità di svuotare il tuo magazzino e allo stesso tempo di trovare dei nuovi clienti che possono approfittarne per iniziare a conoscere la tua azienda, chi sei e cosa fai.

Ovviamente, questa è una strategia che va utilizzata con cautela, analizzando bene i costi e i margini che hai su ogni prodotto se vuoi evitare di vendere in perdita.

Creare una campagna di Facebook Ads con l’obiettivo di vendere un prodotto tenuto in magazzino per troppo tempo può essere anche un’ottima occasione di test: puoi vedere come la gente reagisce alle tue promozioni oppure cosa non riesci a vendere nonostante gli sconti. 

Vendere prodotti in cross-sell

Il cross-selling è l’acquisto in abbinamento di uno o più prodotti. Se ad esempio hai una categoria di clienti che ha acquistato un determinato prodotto, puoi aumentare il valore medio di ogni cliente vendendo prodotti complementari o con interessi simili. 

Questa è un’ottima strategia per aumentare il volume d’affari in negozio. Tuttavia, non puoi creare una campagna promuovendo prodotti a caso. E’ importante, infatti, studiare in anticipo quali possono essere le possibili combinazioni per creare un’offerta irresistibile e molto interessante! 

Quindi prima di iniziare, dovrai associare ad ogni prodotto il suo possibile complementare. In questo modo, potrai aumentare la spesa media per ogni cliente, o addirittura per ogni transazione effettuata. E’ un ottimo metodo per aumentare il fatturato e i margini di un’attività senza acquisire nuovi clienti.

Aumentare la frequenza di acquisto

Puoi aumentare la frequenza di acquisto dei tuoi clienti per spingerli a comprare più spesso da te e aumentare il lifetime value medio.

Questo tipo di campagne è un altro ottimo metodo per aumentare i margini della tua attività senza acquisire nuovi clienti. Spesso le persone rimandano l’acquisto di un prodotto, anche quando ne hanno davvero bisogno.

Questa campagna invece ha l’obiettivo di creare offerte speciali per i tuoi clienti, e fare in modo che tornino ad acquistare da te più velocemente del solito. Ad esempio, se i clienti acquistano un prodotto da te una volta al mese, dovresti assolutamente studiare una strategia e promuovere un’offerta per far sì che acquistino una volta ogni 20-25 giorni.

Anche se la differenza ti sembra minimo, alla fine dell’anno avrai ottenuto un aumento dei margini anche del 10-15% senza aver acquisito nessun nuovo cliente ma sfruttando al massimo quelli che hai già.

Creare offerte specifiche per ogni tipologia di cliente

Quando hai raccolto una quantità sufficiente di dati sui tuoi clienti e sulle persone che navigano il tuo e-commerce, continuare a pubblicizzare campagne generiche finirà per essere deleterio.

Il tuo obiettivo infatti è quello di analizzare la lista dei tuoi clienti e di segmentarla in base a diversi parametri che possono essere:

  • Valore dello scontrino medio
  • Numero di prodotti acquistati
  • Frequenza di riacquisto

Questo significa creare campagne specifiche per ogni lista di clienti che sei riuscito ad identificare. In questo modo riuscirai a massimizzare i profitti per ogni singolo cliente, e riuscire a trovare l’offerta più idonea ad ogni segmento individuato.

Non è facile, e non è un lavoro che puoi fare se stai partendo da zero e non hai ancora raccolto alcun dato. Ma una volta che il tuo e-commerce sta iniziando a girare, devi assolutamente analizzare i dati e le analytics e iniziare a creare offerte specifiche per ogni tipologia di cliente che hai individuato.

Recuperare i clienti inattivi

Se hai iniziato ad analizzare la lista dei tuoi clienti, avrai sicuramente trovato anche una percentuale di persone che hanno acquistato da te un po’ di tempo fa e che da quel momento sono spariti.

L’obiettivo di questo tipo di campagne è quindi quello di recuperare parte di questi clienti. Sono persone che ti conoscono ed hanno già acquistato da te, ed è molto più facile riattivarle.

Contattare clienti persi è una delle attività che non dovrebbe interrompersi mai per un’attività: è molto più facile vendere a persone che hanno già acquistato da te piuttosto che acquisire nuovi clienti a freddo.

Raccogliere gli indirizzi mail di potenziali clienti

Puoi raccogliere i contatti di potenziali clienti creando una campagna di lead generation per aumentare gli iscritti alla newsletter.

Le email sono un canale importantissimo che un e-commerce deve sfruttare assolutamente. In questo modo inoltre riuscirai a raccogliere dati aggiuntivi per alimentare il tuo pixel e creare delle audience sempre più precise.

Se stai partendo da zero e hai già provato a lanciare qualche campagna di Facebook Ads per il tuo e-commerce, probabilmente avrai ottenuto scarsi risultati. Se ti rivolgi ad un pubblico freddo, che non ha mai sentito parlare del tuo brand e dei prodotti che stai vendendo, è molto più efficace una campagna di lead generation rispetto ad una campagna di vendita.

In questo modo potrai iniziare a raccogliere i contatti di potenziali clienti interessati a ciò che vendi, e continuare a comunicare con loro fino a quando non saranno pronti ad acquistare da te.

Promuovere un e-commerce con Facebook Ads e avere successo?

I problemi delle tue Facebook Ads e i motivi per cui rischi di bruciare soldi senza avere conversioni, acquisti e nuovi clienti ricadono quindi in alcuni degli errori che hai trovato in questo articolo.

All’inizio il rischio è soltanto quello di sprecare tempo e denaro a causa di un investimento sbagliato, ma a lungo andare potresti mettere in pericolo il successo dell’intero e-commerce e di tutta la tua attività.

Anche se hai investito soltanto qualche centinaio di euro e non sei soddisfatto dei risultati che hai ottenuto, è probabile che tu o la tua agenzia abbia commesso almeno uno di questi errori. 

Ma se comincerai a studiare e ad applicare le strategie che ti ho consigliato prima e i suggerimenti che condivido con te su questo blog, allora potrai rimetterti in carreggiata ed ottenere i risultati che desideri.

Quindi le campagne di Facebook Ads per il tuo e-commerce non dovranno essere più creative, virali o di impatto, ma dovranno essere finalizzate a vendere e acquisire nuovi clienti.

Continua a studiare come vendere con Facebook Ads o come sfruttare il copywriting per il tuo e-commerce, perché sono due competenze che possono determinare, anche in modo sostanziale, il successo o il fallimento della tua attività online.

La maggior parte delle fonti che trovi in giro deriva da contenuti tradotti da formatori e guru americani, e magari sono persone che non hanno mai gestito o sponsorizzato un e-commerce.

Ti rendi conto anche tu che questo approccio non può portarti da nessuna parte, perché hai bisogno di consigli pratici, concreti, che puoi mettere in pratica da subito e soprattutto che siano già stati testati.

Io non ho inventato niente, tutto quello che trovi in questo blog e nei miei articoli è il frutto di tanti anni passati a studiare libri, frequentare corsi e applicare in prima persona lavorando come media buyer e copywriter a risposta diretta.

E oggi sto condividendo questi contenuti per te, perché voglio aiutarti a creare delle campagne Ads efficaci per acquisire nuovi clienti senza bruciare investimenti e con una strategia ben precisa.

Leave a Reply

Ricevi tutti gli
aggiornamenti

Iscriviti alla newsletter e ricevi in esclusiva le notizie più recenti, direttamente nella tua email.

Grazie! Abbiamo ricevuto la tua iscrizione :)

Qualcosa è andato storto.